Torna Su

Fantastico il cristallo: trasparente, luminoso, indicativo e riflettente, magico, avvolgente e coinvolgente, sinuoso e morbido, solido e fluido, finito ed infinito insieme . . . una magica presentazione per una mistica rappresentazione.
Ogni oggetto porta la luce di colui che lo dona, ogni oggetto rende soffice l'ambiente che lo accoglie, ogni oggetto ti assorbe in fantastiche poesie . . .
La parola cristallo deriva da KRIOS che indica gelo, forza, durezza, da cui anche crosta, crudo, ghiaccio . . .
La luce del cristallo, mi porta a scrivere questa riflessione che ho letto di Martin Buber: " Dio realizza nella sua creazione un'infinità di individui unici e all'interno di essa crea ogni singolo individuo, senza eccezione, come avente una qualità, una capacità speciale, un valore che nessun altro possiede; ognuno assume ai suoi occhi un'importanza peculiare, con la quale nessun altro può competere, e Dio si rivolge a ognuno con un amore speciale per quel prezioso tesoro che nasconde. "

Brand